Top

13 Ott, 2022

Regionali, anche da Fiumicino endorsement per Marta Bonafoni

Fiumicino-online.it – di Dario Nottola

Petrillo (Lista Zingaretti) “È necessario costruire un progetto politico che vada oltre gli accordi di palazzo e le logiche di correnti, fedeltà e appartenenza”.

Anche da Fiumicino arriva un endorsement per Marta Bonafoni candidata alla presidenza della Regione Lazio. “Fabrizio Barca qualche giorno fa ha posto il tema delle primarie del centro sinistra Regionale – afferma il consigliere comunale della Lista Zingaretti a Fiumicino, Angelo Petrillo – come strumento di apertura all’esterno e ha nominato di Marta Bonafoni come nome di valore che sa unire anche mondi diversi ma che condividono lo stesso patrimonio di idee e valori.

Credo che sia proprio da questa dichiarazione dell’ex Ministro che sia necessario ripartire, con una figura come quella di Marta, che ha la capacità di essere fuori dagli schemi di partito e di potere ma allo stesso tempo riesce ad essere punto di riferimento per contenuti e anche per risultati nel campo della giustizia sociale, dell’ecologia, del femminismo e della cultura. È ora di rompere gli schemi e di costruire il campo largo nella società prima che nelle segreterie”. Per Petrillo è il momento di “scegliere lo strumento più idoneo di coinvolgimento, che siano le primarie o meno, e riaprire la discussione su persone credibili e radicate sui territori”. [Leggi su Fiumicino-Online.it]

13 Ott, 2022

Danilo Grossi: M5S indispensabile e Salera chiamato al miracolo bis

L’Inchiesta – di Redazione

Siamo in un periodo particolarmente vivo da un punto di vista elettorale. Una elezione si è appena chiusa e un’altra, l’elezione regionale, è ormai alle porte, senza dimenticare il fine legislatura a Cassino tra poco più di un anno.

Danilo Grossi, assessore alla cultura a Cassino e coordinatore di POP, sono mesi molto intensi.

“Eh sì. Diciamo che in un momento particolare, importante per il nostro futuro. Ed è bene che ognuno di noi abbia chiaro che quello che si è acquisito non è per sempre”. […]

Fabrizio Barca in una intervista a Radio Popolare, ieri però ha lanciato ipotesi delle primarie. Sareste d’accordo? Ci siamo con i tempi?

“Il punto non sono le primarie ma qual è lo strumento migliore per allargare al popolo dei disillusi. Fabrizio Barca, da persona illuminata qual è, ha colto nel segno. Ha posto un tema fondamentale. Come ricreare in poco tempo una connessione con le persone, con le forze vive, con quei territori sempre più periferie, non solo geografiche? L’ex ministro Barca ha posto un fondamentale elemento al dibattito. E le primarie possono essere uno strumento. Non certo l’unico ma sicuramente uno degli strumenti di apertura e di connessione col nostro popolo, anche quello meno allineato”.

Barca ha parlato espressamente della candidatura di Marta Bonafoni. È in campo la candidatura alla presidenza?

“Sono 10 anni che lavoro a far emergere la figura di Marta Bonafoni e non i salotti politici. Marta ci ha messo sempre tanto lavoro, nella risoluzione concreta dei problemi, soprattutto a favore delle persone più in difficoltà, quelle che non hanno riferimento. Sono quelle persone che spesso sono stanche, deluse e che invece hanno trovato nuovi stimoli in queste occasioni. E lo abbiamo visto nel “tour dei desideri” appena prima dell’estate che ci ha portato in tante città della Regione Lazio incontrando centinaia di persone felici di aver trovato finalmente una strada e un punto di riferimento in cui credere. A tutte queste persone e a tutte coloro che incontriamo quotidianamente è bene dare una risposta e una speranza al di là delle stanche litanie dei partiti. Marta Bonafoni sarebbe davvero l’elemento per riconnettersi con un popolo ormai disincantato”. […]

 

13 Ott, 2022

Bonafoni: fondiamo l’alleanza del centrosinistra sul buon governo del “Modello Lazio”

L’inchiesta – di Redazione

“Bene la direzione regionale del PD di ieri, che ha ribadito il modello Lazio come punto di partenza per la costruzione di una proposta politica in vista delle elezioni di inizio 2023. È proprio dall’esperienza di buon governo di questi anni che è possibile confermare un’alleanza ampia e unitaria, a partire dai contenuti e da una proposta politica condivisa e all’altezza delle sfide che ci attendono”.

“Occorre riconquistare cittadine e cittadini oggi sfiduciati, che nelle ultime tornate elettorali hanno scelto di non recarsi alle urne. Per farlo, sono fondamentali due cose: avere cura della coalizione che sta già governando insieme la Regione, e aprire alle istanze che provengono dai territori. Occorre andare oltre i confini dei partiti per saper coinvolgere anche le realtà sociali impegnate quotidianamente sui temi della giustizia ambientale e sociale, che già oggi sono custodi di saperi e di impegno su temi che toccano la vita quotidiana delle persone e delle comunità della nostra Regione”.

Così in una nota la consigliera Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti nel consiglio regionale del Lazio.

12 Ott, 2022

Lazio laboratorio del centrosinistra, i dem ci riprovano: “Un errore andare separati”

True News – di Stefano Iannaccone

“Sarebbe un errore madornale non trovare l’accordo con il campo largo”. Anche perché “bisogna dare una risposta a chi si è astenuto”. Nell’ intervista a True-news.it, Marta Bonafoni, consigliera Regionale e Presidente della Lista Civica Zingaretti, non lesina critiche a molte donne del centrosinistra: “Non devono accettare il metodo della cooptazione”.

Dopo il voto delle Politiche, le Regionali nel Lazio sono il primo test elettorale: sarà un laboratorio per il centrosinistra, dal Pd a quello che gravita intorno?

Il modello Lazio è un laboratorio da almeno dieci anni, frutto di un corpo a corpo tra pezzi di politica e di società che proviamo a coinvolgere nel governo della Regione. Già nel 2013 Zingaretti scelse un allargamento alla società civile, portando al governo i corpi intermedi che nel Paese venivano respinti, anche dal centrosinistra di Renzi.

Nel 2018 la novità è stata l’ingresso in giunta del Movimento 5 Stelle, in una composizione della maggioranza che vede all’interno anche il terzo polo e varie forze civiche.

Non sarà forse prematuro questo appello?

Non è per niente prematuro. Anzi credo che la discussione sia già in ritardo dopo lo “shock atteso”, che è stato il risultato del 25 settembre. [Leggi su True-news.it]

12 Ott, 2022

Zingaretti: “Mi dimetto da presidente della Regione Lazio entro tre settimane”

Il Fatto Quotidiano.it – di F.Q.

L’ex segretario dem ha parlato anche del M5s indicando una “trasformazione” in atto sotto la guida di Conte: “Noi dobbiamo smetterla di pensare che gli avversari sono movimenti con cui abbiamo fatto pezzi di strada e ne faremo insieme”. E la capogruppo della sua civica è ancora più esplicita sul proseguire l’alleanza: “Si riparta dalla coalizione che ha governato”

Eletto alla Camera, Nicola Zingaretti lascia la guida della Regione Lazio e annuncia che la finestra del voto sarà tra il 18 dicembre e fine gennaio. La mossa delle dimissioni, obbligatoria e scontata, avverrà entro tre settimane.

[…] Parole che sembrano andare nella direzione di un “campo largo” anche alle prossime regionali. E nello stesso solco si inseriscono le dichiarazioni di Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti nel consiglio regionale: “Bene la direzione regionale del Pd di ieri, che ha ribadito il modello Lazio come punto di partenza per la costruzione di una proposta politica in vista delle elezioni di inizio 2023. È proprio dall’esperienza di buon governo di questi anni che è possibile confermare un’alleanza ampia e unitaria, a partire dai contenuti e da una proposta politica condivisa e all’altezza delle sfide che ci attendono”. Per Bonafoni è “fondamentale”avere “cura della coalizione che sta già governando insieme la Regione” e “aprire alle istanze che provengono dai territori”. [Leggi su IlFattoQuotidiano.it]

08 Ott, 2022

Nuove minacce al sociologo Omizzolo

Il Messaggero Latina – di Redazione

Nuove minacce al sociologo Marco Omizzolo questa volta da parte di Aldo Trano, condannato in via definitiva nel processo Damasco. L’episodio ai primi di settembre proprio a Fondi a margine della presentazione del libro di Omizzolo “Per motivi di giustizia”. In seguito alla denuncia presentata il Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza ha disposto un innalzamento della sorveglianza personale per Omizzolo. “L’episodio – commenta Marta Bonafoni – dimostra la necessità di continuare a battersi, nelle sedi istituzionali e nella società, per scardinare il sistema criminale che ancora oggi in diverse zone della Regione fa affari sullo sfruttamento”.

07 Ott, 2022

Fondi, minacce ad Ormizzolo. La solidarietà di Marta Bonafoni: prosegua la lotta allo sfruttamento

L’Inchiesta – di Redazione

“Solidarietà a Marco Omizzolo per le minacce ricevute da uno dei pregiudicati imputati nel processo Damasco a Fondi. L’episodio, che si è verificato ad inizio settembre ma solo oggi è stato reso noto dalla stampa, dimostra la necessità di continuare a lavorare e a battersi, nelle sedi istituzionali e nella società, per scardinare il sistema criminale che ancora oggi in diverse zone della Regione fa affari sullo sfruttamento”. […]

01 Ott, 2022

Contraccezione e aborto, lo scontro passa alle Regioni

Il manifesto – di Giansandro Merli

Dopo le polemiche dei giorni scorsi il braccio di ferro su aborto e contraccezione passa alle regioni. Con esiti opposti in Lazio e Piemonte. Ieri l’assessore alla sanità laziale Alessio D’Amato ha annunciato un tavolo tecnico per avviare un protocollo sperimentale per la gratuità della pillola contraccettiva alle ragazze tra 15 e 19 anni. Il costo della pillola era stata una delle critiche mosse dalle studentesse che hanno contestato la deputata dem Laura Boldrini. “Al di là delle polemiche, è arrivato il tempo di rendere la contraccezione gratuita a livello nazionale. Intanto qui nel Lazio possiamo mandare un segnale, almeno per le giovanissime” ha dichiarato Marta Bonafoni, consigliera della giunta guidata da Nicola Zingaretti (Pd). […]

01 Ott, 2022

Nel Lazio sfida tutta al femminile per la Regione

La Notizia – di Giorgia Martini

Potrebbe essere tutta al femminile, anche per dare un segnale dopo le polemiche sulla scarsa presenza delle donne nelle liste Pd alle Politiche, la competizione elettorale alle prossime Regionali del Lazio. In campo, è vero, già da qualche mese ci sono il vicepresidente regionale Daniele Leodori, poi l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Ma a tornare in pista ora ci sono anche esponenti donne. Così si rifanno i nomi di Marianna Madia, di Beatrice Lorenzin e di Marta Bonafoni. Alcuni starebbero chiedendo anche a Monica Cirinnà, non rieletta a queste elezioni politiche. […]

01 Ott, 2022

Verso le regionali

Repubblica Roma – di lu.mo.

Si profila una corsa tutta al femminile per la corsa alla presidenza della Regione Lazio. Da un lato, tra i dem, accanto a quello dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, tornano a ricorrere i nomi di Marianna Madia, Marta Bonafoni, Beatrice Lorenzin e Monica Cirinnà, che prende tempo. Per Fratelli d’Italia si fa largo l’ipotesi Chiara Colosimo, giovane consigliera regionale fedelissima di Giorgia Meloni.