Top

11 Nov, 2013

Via Tasso a porte aperte

23-24 novembre, ore 9,30-19,30
Museo della Liberazione
Via Tasso – Roma

Il 23 novembre 1999 il Museo storico della Liberazione, in Via Tasso 145, fu fatto segno di un attentato rivendicato con esplicita motivazione antisemita e antisionista. Per un puro caso fu evitata una tragedia, vista la vicinanza delle tubature e contatori del gas. La solidarietà fu immediata ed estesissima, sia da parte delle istituzioni, sia da parte dei cittadini e cittadine, con grande impegno della Comunità ebraica di Roma.

Come risposta culturale ed ideale, non appena il Museo ebbe dei nuovi spazi espositivi, volle dedicarli all’esposizione permanente “Deportazione egli ebrei romani 1938-1943”, inaugurata in occasione della prima celebrazione del Giorno della Memoria il 27 gennaio 2001, che tanti apprezzamenti ebbe e continua ad avere soprattutto per la sua efficacia didattica.

Fu allora anche deciso di rinnovare ogni anno quell’incontro con la popolazione che allora l’8 dicembre 1999 portò a Via Tasso circa 3500 persone (1 romano su 100) ripetendo l’iniziativa “VIA TASSO A PORTE APERTE, con apertura dalle 9,30 alle 19,30.

QUEST’ANNO – PER PERMETTERE LA PARTECIPAZIONE DEGLI AMICI APPARTENENTI ALLA COMUNITA’ EBRAICA – ESSA SI SVOLGERA’ DOMENICA 24 NOVEMBRE.

Sarà possibile visionare novità inaugurate il 25 aprile dal Presidente Giorgio Napolitano ed alcune sperimentazioni di nuovi allestimenti, assistere alla proiezione del film “VIA TASSO 145: DAL CARCERE AL MUSEO”, e ottenere una copia dell’omonimo album e di altre pubblicazioni del Museo, versando una quota di solidarietà.

L’appello a stringere il rapporto con i cittadini è oggi tanto più forte perché c’è la possibilità che il bilancio del 2013 non pareggi per i mancati contributi – dato l’avvicendamento e le loro difficoltà finanziarie – delle amministrazioni locali (complessivi 37.000 € tra Regione Lazio e Roma Capitale) e che il Museo venga commissariato, con le conseguenze che lasciamo immaginare In più, notiamo una certa indifferenza, indotta dalla crisi e dalla debolezza dei punti di riferimento. Tuttavia notiamo anche che le risorse finora versate dai nostri amici ed amiche sono state continue e significative: sanno di agire a difesa di UN BENE COMUNE e mostrano di ben comprendere che IL MUSEO DIPENDE DALLE ISTITUZIONI, MA LA MEMORIA CHE CONSERVA E TUTELA E’ DEL POPOLO ROMANO E ITALIANO. Anzi, al Museo facciamo riflettere i visitatori – soprattutto giovani – che la Resistenza è un grande fatto europeo.

Proiezione del film-documentario “VIA TASSO 145: DA CARCERE A MUSEO”

[su prenotazione] sabato 23, ore 16,00, 17,15 e 18,30

[su prenotazione] domenica 24, ore 10,00, 11,30

[su prenotazione] domenica 24, ore 16,00, 17,15 e 18,30

info@museoliberazione.it

I contributi versati da imprese (anche individuali) possono essere detratti fiscalmente come “erogazioni liberali”

— c/c 51520005 Intestato a: Museo storico della Liberazione, via Tasso 145 – 00185 Roma.

Causale: CONTRIBUTO VOLONTARIO ALBUM

—- Bonifico: IBAN: IT 39 T 07601 03200000051520005

Causale: CONTRIBUTO VOLONTARIO ALBUM